Strumenti di trasparenza e partecipazione

Durante l’attività di ricostruzione la Struttura di Missione ha promosso lo sviluppo di innovative soluzioni ideate per consentire condizioni di piena apertura, trasparenza e rendicontabilità sociale del processo di ricostruzione, che sono tra le forme più evolute a livello internazionale, tra cui:

Sistemi web gis di gestione delle pratiche di ricostruzione

Sono state realizzate piattaforme GIS di monitoraggio con il contributo determinante degli uffici speciali, che permettono in maniera innovativa la visualizzazione dello stato di avanzamento della ricostruzione di tutte le località, la navigazione all’interno del territorio in maniera cartografica, la ricerca di ogni singola pratica attraverso il numero di fascicolo, il numero di protocollo, il cognome del richiedente, o attraverso il clic sulla rappresentazione grafica su mappa.

Il sistema permette inoltre l’acquisizione delle informazioni essenziali sullo stato di istruttoria delle singole unità immobiliari e lo stato d’avanzamento dei lavori delle unità minime di intervento, con la possibilità di acquisire le informazioni sulla natura degli interventi.

Sistema di tracciamento delle macerie

E’ stato realizzato dagli uffici speciali un sistema di tracciabilità delle macerie che monitora in tempo reale la rimozione delle macerie prodotte e la loro suddivisione in categorie omogenee, caratterizzate ed identificate con il corrispondente codice CER. Le aziende si registrano sul sistema e registrano i mezzi con cui intendono effettuare i trasporti, ritirando l’OBU (On Board Unit) che è un sistema di tracciamento satellitare che permette di monitorare dalla Sala Operativa lo spostamento dei mezzi sul territorio, registrando i cantieri (pubblici e privati) da cui effettuano i trasporti e registrando ciascun trasporto che effettuano, riportando i dati presenti nel Formulario Rifiuti.

E’ disponibile in tempo reale il dato, anche in formato Open Data, sui trasporti di macerie effettuati dalle aziende nell’ambito della ricostruzione, con l’indicazione se il trasporto dal cantiere al punto di conferimento è ancora in corso o è stato concluso.

Open data ricostruzione

Si tratta di un progetto di ricerca coordinato dal Gran Sasso Science Institute che permette la consultazione, per singolo intervento, di tutte le risorse impiegate nel dopo terremoto, utilizzando la filosofia del “follow the money”. Tutte le informazioni di spesa sono rintracciabili su siti istituzionali ma, per la prima volta, riunite e rese fruibili per tutti, in un sistema che raccoglie ed elabora dati pubblici di dettaglio relativi alla destinazione ed all’utilizzo dei fondi, all’avanzamento dei lavori, dei progetti e degli interventi in genere. Sul sistema  Open Data della ricostruzione sono pubblicati anche i dati riguardanti i diversi soggetti che operano con responsabilità di programmazione, attuazione e realizzazione.

La base dati disponibile sul sito web ha notevole interesse per ricercatori ed esperti che dispongono della necessaria base fenomenologica per analizzare e studiare l’ingente investimento pubblico condotto dallo Stato per L’Aquila, il cratere sismico e l’intera regione Abruzzo.