Terremoto, 88 milioni di Euro per la ricostruzione privata dei Comuni abruzzesi

Terremoto, 88 milioni di euro per la ricostruzione privata dei Comuni abruzzesi. Curcio:“Nuova tappa di un lavoro di squadra intenso e costante”.

Più di 88 milioni di euro per la ricostruzione privata nelle decine di comuni della Provincia de L’Aquila 48 milioni per i comuni appartenenti al cratere e circa 40 per quelli fuori cratere.

Il trasferimento dei fondi è stato effettuato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze a favore dei piccoli e medi centri abruzzesi è di grande rilevanza visto l’ulteriore slancio che permetterà alla ricostruzione privata che potrà così essere rilanciata in modo deciso.

Il finanziamento rappresenta un risultato raggiunto grazie ad un lavoro di squadra coordinato dalla Struttura di missione per il coordinamento dei processi di ricostruzione e di sviluppo dei territori colpiti dal sisma del 2009, dall’Ufficio speciale per la ricostruzione dei Comuni del cratere guidato da Raffaello Fico e dal Coordinamento dei comuni, guidato ad interim dal Sindaco di Cugnoli Lanfranco Chiola.

“Si tratta – commenta Fabrizio Curcio Capo Dipartimento Casa Italia e Responsabile della Struttura di missione “Sisma2009” di Palazzo Chigi – di un altro passo avanti importante nel cammino della ricostruzione privata in atto nel cratere abruzzese ma anche nei comuni che pur non facendo parte del cratere vedono la necessità di miglioramenti e adeguamenti antisismici in gran parte del loro patrimonio abitativo.

Si tratta di attenzione nei confronti di tutte le realtà anche le più piccole del territorio abruzzese che hanno la possibilità di rilanciarsi e guardare al futuro con fiducia. Il lavoro coordinamento delle istituzioni preposte alla ricostruzione non si ferma e tappe come quella di oggi lo dimostrano.”

Per la precisione lo stanziamento ammonta ad un totale di 88,319.270, 81 euro. Del totale 48.392.658,93 saranno destinati alla ricostruzione privata dei Comuni appartenenti al Cratere Sismico e € 39.926.611,88 destinati alla ricostruzione privata dei Comuni Fuori Cratere.